Stati Generali dell’Odontoiatria

“Parleremo solo con Lei, Onorevole Ministro”
L’Odontoiatria esce dai tavoli ministe­riali

Riven­di­chiamo l’importanza della Salute orale quale Diritto Costi­tu­zionale, stigma­tiz­zando che le questioni più impor­tanti riguar­danti l’Odontoiatria non sono state adegua­ta­mente affrontate dagli inter­lo­cutori ministe­riali.

L’implementazione delle cure odonto­ia­triche nei Lea, l’appropriatezza, la regola­men­ta­zione delle società di capitali (che comprano e vendono le attrez­zature odonto­ia­triche senza rispettare la norma di cui alla Legge 17592) nell’esercizio profes­sionale, il tentativo di intro­durre, nell’ambito delle profes­sioni sanitarie, la figura dell’odontoprotesista e la recente appro­va­zione, avvenuta senza consultare la Profes­sione, dell’intesa Stato-Regioni sui requisiti degli studi, l’incertezza dell’applicazione dei nuovi ordina­menti delle Scuole di Specia­liz­za­zione di Area Odonto­ia­trica sono alcuni dei problemi fonda­mentali ancora non risolti.

Con queste motiva­zioni, gli Stati Generali dell’Odontoiatria, massimo organo rappre­sen­tativo di tutte le compo­nenti della Profes­sione — dall’Ordine all’Università, dai Sindacati alle Società Scien­ti­fiche, dagli Studenti all’Ente di Previ­denza -, riuniti in queste ore a Roma, presso la nuova sede della Fnomceo, hanno annun­ciato l’intenzione di uscire dai tavoli ministe­riali.

Gli Stati Generali dell’Odontoiatria non accettano più la logica dell’istituzione di tavoli tecnico-consultivi che non hanno alcuna reale funzione e pertanto chiedono l’instaurarsi di un rapporto diretto con il Ministro per dare seguito a un effettivo confronto di idee, che consenta alla Profes­sione di risolvere, una volta per tutte, i problemi elencati, al fine di garantire una migliore tutela della Salute in generale e di quella orale in parti­colare.


Scarica il PDF: Documento elaborato nella riunione del 23-06-2016.pdf

 

FacebookTwitterLinkedin

Condividi: 0