F.A.D. 2016

CICWEB FBok 2016

ODONTOIATRIA CLINICA SECONDO UN APPROCCIO INTERDISCIPLINARE

CORSO FAD CIC 2016

a cura delle Società Scientifiche del CIC

1 ottobre 2016 – 31 dicembre 2016

ID ECM: 696-170487 – N. 31 crediti formativi

RESPONSABILE SCIENTIFICO:

Andrea Pilloni

Razionale

La promozione di attività formative e di educazione continua rappresenta una delle attività istituzionali del CIC ed è per questa ragione che è stato avviato il progetto di formazione a distanza (FAD).

L’obiettivo della FAD è quello di permettere ai soci delle Società Scientifiche afferenti al CIC, attraverso un percorso formativo di qualità, l’acquisizione dei crediti formativi richiesti allo scopo di mantenere un aggiornamento efficace e al passo con le rapide evoluzioni che caratterizzano il progresso scientifico e tecnologico nei diversi ambiti dell’odontoiatria.

La FAD CIC si presenta come un “Percorso Multidisciplinare”, sviluppato dalle singole società aderenti, ciascuna per la propria area di pertinenza: pertanto, il percorso sarà articolato in moduli formativi relativi alle diverse specialità, con verifiche di apprendimento separate per ogni modulo.

Le Società Scientifiche che compongono il CIC hanno, infatti, aderito alla FAD multidisciplinare sull’Odontoiatria Clinica ed il Comitato Scientifico di CIC Provider ha chiesto, a ciascuna di loro, di sviluppare un percorso formativo su argomenti di interesse per tutti gli operatori del settore, delle diverse discipline, in modo che potesse derivarne una crescita reciproca ed un aggiornamento per gli associati delle varie società anche in temi differenti da quelli a loro abituali.

Si parla molto di interdisciplinarietà e multidisciplinarietà, di scambio tra professionisti e di condivisione delle informazioni in tema di: diagnosi; prognosi dei trattamenti endodontici con studio dell’anatomia dentale e isolamento del campo operatorio; microscopio operatorio; trattamento dei denti che hanno subito un trauma; terapie ortodontiche quali deglutizione, dislalie e malocclusioni; ancoraggi scheletrici; raccolta anamnestica e valutazione della categoria di rischio del paziente; trattamento dei pazienti in terapia con bifosfonati; qualità delle ricerche biomediche e requisiti qualitativi di un impianto.


Istruzioni per la fruizione del Corso

Scarica il file: PDF 


Moduli formativi

FacebookTwitterLinkedin

Condividi: 0